Barrette proteiche a pranzo? fanno bene o male?

barrette proteiche
Salute & Benessere

A cosa servono le barrette proteiche? Fanno bene o fanno male? Come si possono realizzare in casa con il fai da te? Fanno ingrassare se inserite nella dieta?

Facciamo chiarezza fornendo informazioni utili sul tema degli integratori di proteine affrontandolo dai diversi punti di vista.

Le barrette proteiche sono snack proteici che possono essere un aiuto per assicurare il giusto apporto proteico quotidiano, per fornire l’adeguata quantità di proteine all’organismo prima e dopo un allenamento e per permettere i processi di recupero e di potenziamento muscolare.

Cosa sono ed a cosa servono le barrette proteiche?

Le barrette proteiche nascono da un’ idea teoricamente corretta. Per chiarire meglio il ruolo e l’utilizzo che si dovrebbe fare di questo tipo di prodotti può essere utile ricordare che le proteine sono un nutriente essenziale per la formazione e la salute dei muscoli, comunemente definite come i mattoni dell’organismo, che rivestono però un ruolo molto importante anche nei processi metabolici e per la salute di altre parti del corpo come i capelli le unghie, ecc..

Gli alimenti che contengono le più alte percentuali di proteine sono generalmente divisi in due grandi categorie ovvero alimenti di origine animale, e alimenti di origine vegetale. Ed è proprio dalla lavorazione degli alimenti proteici vegetali come latte di soia, ed altri oli, che si ottengono le cosiddette barrette proteiche tanto pubblicizzate nel mercato odierno.

L’idea di base è quella di immettere sul mercato dei prodotti, da consumare soprattutto come fuori pasto, che fornisca all’organismo una maggiore percentuale di proteine, contribuendo perciò a favorire la formazione e la salute dei muscoli e limitando invece l’accumulo di sostanze potenzialmente dannose per la linea e per la forma fisica come grassi e carboidrati.

Quando e come assumere le barrette dietetiche.

Riguardo le dosi abbiamo fornito quelle consigliate solo per alcuni tipi di barrette proteiche, in quanto conoscendo le sostanze in esse contenute risulta più semplice darle in maniera precisa.

In generale comunque è bene assumere le barrette tra un pasto e l’altro, o subito prima o subito dopo l’allenamento per chi pratica sport.

Anche se si usano le barrette proteiche come integrazione in una dieta mirata all’accrescimento della massa muscolare non bisogna cadere nell’errore di pensare che essendo queste fonti di energia, e quindi di nutrienti molto importanti per l’organismo, se no possa fare un utilizzo smodato, in quanto come detto in precedenza anche questi prodotti possono diventare pericolosi per la forma fisica.

Le dosi indicative sono di una barretta al giorno, preferibilmente lontano dai pasti se non sono sostitutive degli stessi, caso in cui è sempre bene che non è consigliato utilizzare questi prodotti per un periodo di tempo troppo lungo. Ad ogni modo, le modalità di assunzione sono indicate sulle confezioni. Ancora più importante, però, si rivela il consulto con il proprio medico curante, anche se per soggetti sani in linea di massima se usate con moderazione, nell’ambito di un regime alimentare ben equilibrato e di un programma di allenamento fisico svolto con costanza e regolarità, le barrette proteiche possono essere ottimi spuntini e non hanno particolari controindicazioni.

Fanno male? Controindicazioni ed effetti collaterali.

L’assenza di controindicazioni è legata però al consumo di questi prodotti per un arco di tempo specifico.L’assunzione di barrette proteiche per un periodo di tempo prolungato (oltre le 6/8 settimane e senza i dovuti intervalli tra un periodo e l’altro) può provocare diversi effetti collaterali, come: disidratazione; ritenzione idrica; agitazione; nervosismo; secchezza delle mucose, dell’intestino e dello stomaco. Questa secchezza accelera la circolazione dell’aria all’interno del corpo, dirigendola verso l’alto, fino a raggiungere la zona cerebrale. Ne scaturisce, dunque, anche un disturbo nella concentrazione e nella qualità dei pensieri.

Le barrette proteiche sono controindicate in presenza di patologie renali ed epatiche per gli effetti collaterali che provocano a danno degli stessi (disidratazione e ritenzione idrica; secchezza dell’apparato gastroenterico);non sono consigliate in gravidanza ed allattamento perché in questi periodi particolarmente delicati è sempre meglio preferire prodotti più genuini e meno artefatti.

Barrette proteiche fatte in casa.

Come abbiamo visto esistono numerose tipologie di barrette proteiche che possono essere acquistate al supermercato, in farmacia, in erboristeria e anche su Internet (in questo caso attenti perché molti prodotti sono contraffatti e nocivi per la salute). E’ possibile, però, anche farle con le proprie mani. Questo è di certo il modo più sicuro, in quanto si conoscono ingredienti, dosi e qualità. Di seguito proponiamo alcune ricette facili facili.

Barrette proteiche senza cottura.

ingredienti per 10 barrette:

– 16 misurini di proteine al gusto di cioccolato

– 140 g di burro di arachidi

– 6 cucchiai di granella di arachidi

– 6 cucchiai di miele

– 400 g di fiocchi d’avena

– 240 ml di latte scremato

Unire e mescolare tutti gli ingredienti, eccetto la granella, fino ad ottenere un impasto cremoso ed omogeneo. Staccare pezzi di impasto e formare le barrette. Rotolarle nella granella. Mettere in frigo e lasciar indurire.

M. A.

 

sesso-salute-960x640_800x533
Salute & Benessere
Sesso e Salute: 5 motivi per farlo spesso.

Ogni essere umano sulla faccia della terra proviene da un atto sessuale, lo stesso vale per gli animali, le piante e tutte le cose delle quali ci circondiamo e nutriamo. Tutto ci è dato oppure è composto da qualcosa che ha avuto origine grazie al sesso. Da questa primordiale e …

sex shop
Salute & Benessere
Conosci il sex toy Arouser? no? allora scopriamolo assieme

Se ne è sentito parlare a lungo, di Arouser: si tratta di un vibratore particolare, che è stato realizzato dall’azienda Fiera e che è pensato per lei, ma non solo. Arouser è un sex toy particolare in quanto non è come i classici vibratori, anzi: esso è pensato per la …

acne giovanile
Salute & Benessere
Acne giovanile: rimedi naturali e farmaci per questa fastidiosa patologia

come curare acne giovanile Dalle lozioni agli scrub, passando per i farmaci: ecco i rimedi per curare acne giovanile. A chi non è capitato di avere acne giovanile nell’età dell’adolescenza? Il fastidioso disturbo cutaneo è, infatti, uno dei più diffusi tra i ragazzi: secondo le ultime stime, ne soffre il 40% delle ragazze e …